giovedì 16 aprile 2009

LOOP SHOW



La parola loop indica la ripetizione all’infinito di un medesimo modulo, come ad esempio accade nella campionatura della musica elettronica dove ogni singolo campione, solo se estrapolato per essere aggregato ad altri campioni, interrompe il suo ciclo diventando elemento di un’ insieme composito.

Il progetto, che nasce all’ insegna del confronto, invita gli artisti coinvolti a rielaborare in modo personale il concetto della ripetizione, intesa come routine del quotidiano. Le opere, risultato della ricerca, forniscono informazioni visive su cosa essa rappresenti per ognuno di loro.

Il tema del loop, liberamente interpretato ha dato luogo ad un insieme in cui ciascuna tavola mantiene la propria personalità, ma contribuisce nel contempo alla costruzione di un percorso

collettivo.

Il progetto si pone come obbiettivo l’analisi delle manie individuali e collettive, che divenendo oggetti di condivisione, possono uscire dallo stato di inerzia in cui sono bloccate, per andare a far parte di un contesto più ampio.

Ciascuna tavola verrà stampata in formato quadrato (48x48), a due colori, dallo studio Le Raclet di Milano ( www.leraclet.com ), per mezzo della tecnica serigrafica, in un’ edizione limitata di 30 esemplari.

La scelta di impiegare un metodo non digitale, che permette di ottenere un elevato numero di copie dalla medesima matrice, rimanda simbolicamente all’accezione positiva della ripetizione. Ogni stampa, realizzata manualmente, riporta quelle imperfezioni e caratteristiche che mantengono la sua unicità: nella serigrafia infatti la matrice non si conserva integralmente poichè l’utilizzo la porta ad uno stato di consunzione; proseguendo nella stampa, il disegno originale muta fino a trasformarsi in una macchia di inchiostro.

La trasformazione a cui la forma è sottoposta, può essere paragonabile a ciò che accade in ambito umano: ciò che non è capace di trasformarsi è destinato nella sua reiterazione ad estinguersi.

Il tema del loop sarà inoltre sviluppato attraverso tre installazioni audio visive che ne completeranno il senso mediante altri linguaggi.



Partecipano a LOOP:

Stefano Adamo / Akab / Bang / Bombo / Marco Corona / Ciro Fanelli / Massimo Giacon / Silvio Mancini / Costanza Mazzotti / Pona / Ruggge / Thomas Raimondi / Tellas ò.fie / Arianna Vairo / Olimpia Zagnoli / Valentina Perna, Andrew Leslie Hooker, Pasquale Sorrentino, Antonella Dicorato / Stefano Zotti / Mery Glez, Gus Zunica, Alessandro Gulino, Federico Farci

^