lunedì 31 maggio 2010

ARTKIVIO 01















martedì 25 maggio 2010

FRIGIDAIRE 1980-2010 R.I.P

CENTRO ARTI VISIVE PESCHERIA

 ISTITUZIONE COMUNALE 



a

 FRIGIDAIRE 1980-2010

30 anni di Arte Maivista

  
a cura di Vincenzo Sparagna - Repubblica di Frigolandia  



 30  maggio – 27 giugno 2010








Il Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro ospita la mostra “Frigidaire 1980-2010, 30 anni di Arte Maivista”



La mostra ripercorre i momenti salienti della mirabolante storia del giornale Frigidaire, un'avventura lunga trent'anni attraverso i protagonisti, le rubriche, i reportages, che hanno fatto di Frigidaire la più rivoluzionaria rivista di arte, cultura e costume nel panorama editoriale italiano.

Una ricca esposizione di opere originali e riproduzioni dell'Arte Maivista e degli autori che hanno collaborato con la testata dalla sua fondazione, nel 1980, ad oggi: Andrea Pazienza, Mario Schifano, Filippo Scozzari, Stefano Tamburini, Tanino Liberatore, Giuseppe Palumbo, Franz Ecke per citarne alcuni dei più importanti.



All'interno della mostra saranno presenti anche le opere di alcuni dei migliori disegnatori della scena underground del fumetto italiano, che hanno realizzato per l'occasione un tributo ai 30 anni di Frigidaire:  Adrio, Alberto Corradi, CollettivoMensa, Sergio Ponchione, Angelo Monne, Duccio Boscoli, Marco Corona, Ausonia, Niccolò Storai, Akab, Super Amici, Tiziano Angri,Squaz, Alberto Ponticelli, Giorgio Santucci, Simone Lucciola, Rocco Lombardi, Fabrizio Barletta, Ciro Fanelli, Nigraz, Massimo Manzali, Michele Petrucci, Alex Tirana, Davide Garota, Pierz, Hans.   



Frigidaire ha rappresentato e rappresenta, un nuovo modo di fare giornalismo, slegato da interessi di parte, alla ricerca dei molteplici aspetti della realtà del mondo contemporaneo e al servizio di  progetti concreti di trasformazione di scenari reali.

La rivista è un esperimento unico nel suo genere di fusione di linguaggi e modalità espressive differenti, accomunate dal carattere dissacratore e dirompente tipico dei movimenti di contestazione giovanili .



Il Maivismo è una corrente artistico/culturale inaugurata nel 1985 da Andrea Pazienza e Vincenzo Sparagna con l'elaborazione del manifesto “Maivista”.

“L’Arte Maivista si colloca a mezza strada tra le vette fredde ed elitariamente accessibili dell’archeologia artistica museificata e le umide spelonche dell’arte underground”: è rappresentata da artisti e artefatti realmente esistenti ma che a causa dello sbarramento del privilegio e dello spettacolo sociale, non sono mai stati visti.

L'ironia del manifesto “Maivista” esprime la necessità, nel doppio senso sociale ed estetico, di imparare a riconoscere questa importante categoria di opere ovvero di accettare la mobilità sociale dell'arte e l'incursione di un diverso immaginario su quello “accademico” e “prevedibile”. Per conferire all'arte e alla cultura una rinnovata centralità nell'esperienza di vita quotidiana, secondo i fondatori, è necessario incoraggiare l'imprevisto estetico che viene dal basso, accettare l'imprevisto che viene dall'altrove.



All’inaugurazione parteciperà Vincenzo Sparagna, direttore del giornale Frigidaire fin dal 1980, fondatore nel 2006 della Repubblica di Frigolandia sede stabile della redazione e del Museo dell’Arte Maivista, autore del libro pubblicato da Rizzoli “Frigidaire-l’incredibile storia e le sorprendenti avventure della più rivoluzionaria rivista d’arte del mondo”.



Organizzatori della mostra sono i cittadini di Frigolandia Linda Binotti, Davide Giaffreda; l’ allestimento è a cura degli architetti Davide Giaffreda e Agnese Giovanninetti con il contributo del M.A.M (Museo di Arte Maivista) della Repubblica di Frigolandia con sede a Giano dell’Umbria (PG) e con la collaborazione di  IFCO-Padova, Circolo Culturale Magazzino Parallelo-Cesena,  Libreria Il Catalogo-Pesaro,  Libreria Zazìe-Fano, Casarredo- Fano, L'Aperitivo Illustrato-Senigallia.







Titolo

FRIGIDAIRE 1980 – 2010 ,  30 anni di Arte Maivista



Date                               

30 Maggio – 27 giugno 2010



Sede       

Centro Arti Visive Pescheria, Pesaro



A cura di:

Vincenzo Sparagna – Repubblica di Frigolandia



Inaugurazione

Domenica 30 maggio ore 18 .  30



Orario 

Dal martedì alla domenica 

10 . 00-12 . 00 / 17 . 30-19 . 30

Lunedì chiuso



Ingresso                  

Libero



Info

Centro Arti Visive Pescheria

Comunicazione e Ufficio Stampa "Pescheria"

Camilla Falcioni

Via Cavour, 5

61121 - Pesaro (PU)

Tel. 0721 387651                                                                            

www.centroartivisivepescheria.it

centroartivisive@comune.pesaro.ps.it

sabato 22 maggio 2010

CORTO CIRCUITO REPORT











sabato 15 maggio 2010

MONDO PATTON

NOTHING TO LOSE 2color

venerdì 14 maggio 2010

EZECHIELE + PASSENGER

 

lunedì 10 maggio 2010

CORTO - CIRCUITO + CICLART

L’evento verra’ imprezziosito dalle performance Live Painting di, Sea, EricsOne,Wany, NoCurves, Moto8, Akab  e seguira’ fino a tarda notte con Live Music e DJ Set

La mostra durera’ da giovedi’  13  giornata di inagurazione fino a giovedì 20 maggio con un  evento di chiusura .
“ visitabile dal giorno 14 al 20 dalle  16.00 alle 20.00”
Artisti che Partecipano :

BROS, OZMO,AKAB, THOMAS BERRA, NOCURVES,NEMO’S,ERICSONE,SEA,MOTO8,
Mr. WANY, UFO5, OMAR, OMER TDK, EMILIANO RUBINACCI, UMBERTO VOCXI, TOMMASO LIPARI, FRANZ ROTUNDO, DANICA ONDREJOVIC, STEFANO MORELLI, THOMAS BEE
GIAN PIERO GASPARINI, FABIO PICCHINI, GABRIELE POLI
FEDERICO GALLIA, ALICE ARISU, PEDRO FIOL,
MATTIA MORO, MIRKO DADICH, ANNA BOSELLI,
EMANUELE COLOGNO, LEONARDO GIACOMO BORGHESE,
MARTINA KYSUCKA, GIUSEPPE VOLPINI 

sabato 8 maggio 2010

DARGLI CORDA


http://www.spreaker.com/show/dmz_ine

mercoledì 5 maggio 2010

NOTHING TO LOSE


Gli artisti che prenderanno parte all’esposizione sono:

108
aaalice Rosa
Akab
Alberto Garuffio
Alessandro Bertante
Alfano
Bernard Graf
BonsaiNinja
Dario Spinelli
Emiliano Rubinacci
Emilio Corti
Emmanuelle Pacini
Fede Cruz
Inkyung Hwang
Marcello Mencarini
Racoon
Renato Perego
Robo
Silva Ramacci
Sztuka Fabryka
Ufocinque
Digital Genetic Pasta

^