domenica 26 dicembre 2010

MUVIMENTS 2010


Puntuale come il cenone della vigilia, arriva la terza edizione di Burp! Fumetti in pasto ai coccodrilli, la rassegna annuale che Lamette Comics organizza nell'ambito del festival Muviments, che quest'anno - bontà della Cineteca Atomica del Garigliano - si terrà il 28 e 29 dicembre sera al castello di Itri (LT). Nella fantasmagorica torre del coccodrillo, quest'anno, originali in esposizione di Simone Lucciola e Akab. Saranno presenti ambo gli autori per incontri, scontri, cicchetti e confronti, e allo stand di Lamette saranno reperibili, insieme con il grosso della distribuzione cartacea, gli albi che i due dell'Avemaria hanno appena realizzato per l'Editrice Grrrzetic, ovvero LO-FI e POP! Vite ascensionali.

venerdì 24 dicembre 2010

PATER NOSTER

PROGETTO "MAKER" ALL´ I.P.M. DI CATANZARO
Parte a metà novembre il progetto sperimentale Maker a cui l’Accademia delle Imprese aveva dato inizio lo scorso luglio con la realizzazione di uno spot contro la criminalità e per tutelare i minori a rischio e in stato di devianza.
Maker Sperimentale è un progetto contro la criminalità ma soprattutto per il recupero dei minori reclusi negli Istituti Penali Minorili. Pensato come pilota nazionale parte in forma sperimentale nell’I.P.M. di Catanzaro.
Un’operazione sociale, culturale e motivazionale per favorire il recupero e il reinserimento sociale e civile dei giovani reclusi attraverso processi produttivi creativi utili a una motivazione umana di speranza per un cambiamento in luoghi, come le carceri, in cui sembra non esserci alternativa a una condanna, alla punizione e all’isolamento che diventa eterna e carica di sofferenza per chi la subisce spesso in età molto giovane.
Gli strumenti previsti dal progetto, per l’acquisizione di una motivazione al lavoro e a una possibilità alternativa alla malavita, sono processi creativi e produttivi legati al cinema di verità e l’arte del fumetto e dell’illustrazione.
Un’èquipe costituita da autori, registi, artisti e mediatori culturali entrerà nell’Istituto Penale Minorile e in una forma di reclusione volontaria cercherà di trascorrere più tempo possibile con i ragazzi per farne emergere capacità creative e stimolare una coscienza di autodeterminazione e autostima affermative attraverso un vero e proprio lavoro produttivo. I giovani reclusi, affiancati dai componenti dell’èquipe, dovranno, infatti, produrre spot promozionali e progresso, illustrazioni e processi creativi. Questi ultimi anche con il fine  di canalizzare contestualmente e in maniera empirica i disagi personali che a seguito di un reato vivono in stadi di sofferenza ed emarginazione acuti e che possono durare anche un’intera vita.
L’Accademia crede che una sottrazione di un giovane dal crimine sia possibile solo mediante proposte affermative e costruttive in campo culturale, sociale ed economico, non a caso il progetto prende il nome di Maker, costruttore, “fabbricatore” del proprio futuro. Quest’ultima è la mission dell’operazione. 
Maker intende creare uno strumento di canalizzazione, di narrazione costruttiva e creativa in una nuova prospettiva e possibilità di vedere la propria vita per i minorireclusi.
Il progetto oltre al lavoro dell’èquipe di artisti prevede un’interfaccia con le imprese locali, del territorio provinciale e regionale per sensibilizzare i piccoli imprenditori alla necessità e alla possibilità del reinserimento di giovani che hanno commesso un reato in età adolescenziale per cause spesso imputabili a fattori di degrado sociale e ambientale.
Così come dichiarato dagli stessi giovani reclusi lo scorso agosto durante la prima tappa del progetto, i ragazzi che hanno commesso reati anche gravi in età incosciente vogliono e possono dimostrare una personale attitudine al lavoro e all’operosità costruttive e legali qualora gli venga offerta un’opportunità.

Il progetto è promosso dall´ Accademia delle Imprese Europea ed il  Ministero della Giustizia, Centro per la Giustizia Minorile di Basilicata e Calabria.

Sarà possibile seguire l’andamento sperimentale e scientifico del progetto in tempo reale sul presente sito grazie ad un Diario di bordo dell’esperienza tenuto dall’interno dell’Istituto Penale dai membri dell’èquipe.
L’ èquipe:
Donna Random (regista indipendente, fotografa e autrice)
Akab (Regista, fumettista e artista italiano)
Andrea Gherpelli (attore e giovane cantautore italiano)
Mauro Pallotta (pittore e scenografo)
Frank Messina (attore)
Ivana Ariobazzani (mediatrice culturale)
Annunziato Marino (mediatore culturale e portavoce  delle imprese)
Adalgisa Bellomo (mediatrice culturale e autrice di testi per format multimediali)
Alessia Giordano (esperta di comunicazioni)
Al team di base si affiancheranno in corso d’opera autori e artisti anche di fama nazionale per rendere più intensi gli input e più presente l’interesse nei confronti dei giovani che vivono una condizione psicologica e sociale spesso di abbandono ed emarginazione sociale molto grave.

lunedì 20 dicembre 2010

BASTA DISEGNI

Non ho molto da dire.
odio quelli che pontificano dal loro stupido blog.
odio questo paese del cazzo.
e tutti Voi pecoroni.
quindi.
basta disegni.
basta.

martedì 14 dicembre 2010

Frank Castle, un idiota.

sabato 11 dicembre 2010

RECE 02



giovedì 9 dicembre 2010

ISSUU

lunedì 6 dicembre 2010

ALEPH |12|

venerdì 3 dicembre 2010

LE MANI DI ZORRO |Il Padre|





^